Comunicato Stampa

A proposito delle dichiarazioni di rappresentanti del Governo sul tema Piano Rifiuti in Campania.
18 aprile 2008 - Dott. Luigi Montano (Presidente Commissione Ambiente Comune di Acerra)

“Premesso che l’indicibile gara che ha portato un privato (Fibe) a scegliere la più infausta delle localizzazioni dove insediare un Inceneritore (area “pantano” ad Acerra, dove peraltro è certificato il disastro ambientale e sanitario e, peggio, dove la bonifica e la messa in sicurezza del territorio non parte, nonostante le assicurazioni da tempo date), è alquanto singolare che rappresentanti del nuovo governo appena eletto, peraltro appartenenti al territorio, dicano che “è una follia” dimezzare la portata dell’Inceneritore di Acerra, quando lo stesso neanche doveva essere costruito e la cui riduzione della portata, come si evince dalla proposta dell’Assessore Ganapini a 300.000 tonnellate annue, appare come la consapevolezza di un mostruoso errore e quindi un estremo tentativo volto a ridurre almeno il danno ad un territorio riconosciuto martoriato. Molto più opportuna, invece, sembra la necessità di rivedere il decreto Prodi laddove vuole bruciare tutte le balle accatastate sul territorio campano, proprio per il pericolo di generare nuova diossina, considerando cge trattasi di tal quale e l’impianto di Acerra è da anni obsoleto”.

Powered by PhPeace 2.4.1.62