A Napoli sono scomparsi i cumuli, ma la monnezza c'è ancora !

I cumuli di spazzatura sono stati rimossi dal centro cittadino, e finalmente le strade di Napoli hanno riacquistato la loro immagine di sempre: UNA VERA SCHIFEZZA!!!
6 aprile 2008 - Progetto Vivere Meglio

Se in qualche modo la spazzatura di Napoli ha trovato un luogo di stoccaggio o se si sta trasferendo a suon di milioni di euro in quelli di Germania, la condizione di perenne degrado delle nostre strade non è cambiata affatto.
E' davvero impressionante la capacità dimostrata dai responsabili del servizio comunale in testa l'assessore alla N.U. con la quale sono riusciti a mantenere per anni una condizione di lerciume tutte le strade, vicoli e piazze della città, non rientranti nei circuiti delle oleografiche immagini da ostentare per vendere il "pacco del nuovorinascimentidiNapoli".
Per anni le immagini della "nuovanapoli" hanno fatto il giro del mondo insieme alle lodi al grande artefice del miracolo.
Ebbbene il miracolo c'è stato davvero se per tutti questi anni nesuna voce autorevole si è levata contro il disastro annunciato che si approssimava.
Eppure già dopo il primo anno dell'amministrazione Bassolino era chiaro e lampante quello che stava per succedere.
Si sono soffocate tutte le iniziative spontanee che centinaia di associazioni stavano realizzando con puro spirito di volontariato e che rappresentavano veramente il Nuovo Rinascimento Napoletano.
Invece, una cricca di politicanti ha scippato progetti ed idee, manipolandole e riducendole a squallide operazioni di facciata, anche grazie alla complicità di associazioni amiche alle quali avevano assicurato l'elargizione di cospiqui contributi.
Feste, manifestazioni pseudoculturali, mostre, musei demenziali, sedi e viaggi di rappresentanza, consulenze milionarie, appalti milliardari che oggi si comprende finalmente essere stati solo un enorme sperpero di denaro del popolo senza produrre NULLA, se non una rete di clientele per rendere inamovibile il potere.
Alla luce di tutto ciò appaiono emblematiche la montagna di sale in piazza del Plebiscito e le " capuzzelle di morte" disseminate nella stessa piazza.
Eppure quella gente che ha bivaccato nei banchi di regione, provincia e comune, ha ancora la sfacciatagine di candidarsi alle politiche mostrando addiritura il volto ridente sui manifesti.

Ritornando alla "monnezza", ci viene di chiedere perchè le strade non vengono spazzate per bene se gli spazzini ancora esistono e vengono pagati per fare il loro lavoro?
E sempre a proposito di monnezza, il 13 e 14 aprile i cittadini possono eliminarme un bel pò.
Però per togliersi le vecchie abitudini ci vuole volontà e coraggio.

L'Ufficio Stampa del PVM

Powered by PhPeace 2.4.1.62