Lunedi mattina il Comitato Napoli Est consegna l'esposto alla Procura sulla manifattura Tabacchi

3 febbraio 2008 - Comitato Salute e Ambiente Napoli Est

Lunedì mattina sarà depositata presso la Procura di Napoli una circostanziata denuncia penale sui seri rischi per la salute e per l'ambiente derivanti dalla scelta di mettere 39.000 sedicenti "ecoballe" non inertizzate nei suoli della ex Manifattura Tabacchi. La denuncia, firmata da decine di cittadini del quartiere disposti a costituirsi parte civile in un eventuale procedimento, verte su tre elementi documentati nel dossier che sarà allegato all'esposto:

  1. La presenza dell'amianto per una bonifica fatta a metà (sono stati spostati solo i sacchi del materiale già raccolto)
  2. Il rischio di inquinamento della falda acquifera superficiale che giunge pochissimi metri sotto il suolo su cui si vogliono depositare le cosiddette "ecoballe" e connessa al vicino alveo del Sebeto e al canale Sbauzone
  3. La prossimità con le abitazioni e la vicinanza (poche centinaia di metri in linea d'aria) con i depositi di carburante della Esso e della Q8.

Rimarchiamo per altro che il Commissariato di Governo, pur dichiarando di aver acquisito i pareri favorevoli di ASL e ARPAC, non ha mai voluto rendere pubbliche le relazioni ne mostrarle al comitato dei cittadini durante l'incontro che c'è stato pochi giorni fa, presenti anche consiglieri della municipalità interessata.

Comitato Salute e Ambiente Napoli Est

Powered by PhPeace 2.4.1.62